“Donne e immigrazione”: l’evento delle Donne Democratiche

"Donne e immigrazione", una serata tra informazione ed arte per puntare i riflettori sulla violenza contro le donne.

0
89
Locandina Donne e immigrazione
Locandina "Donne e immigrazione"

Donne e immigrazione” questo il titolo della serata culturale organizzata dalle Donne Democratiche di Massafra con il patrocinio del Comune di Massafra.
L’evento di terrà sabato 24 novembre alle 18 a palazzo della cultura “Nicola Lazzaro” di Massafra.

«Ormai è consuetudine – commenta Debora Notaristefano, coordinatrice delle Donne Democratiche di Massafra – Organizzare un evento per sensibilizzare la popolazione alla lotta al femminicidio, vera piaga sociale della nostra società. Come ogni anno, noi siamo qui, proponendo un evento interessante e ricco di ospiti».

La ricca scaletta della serata prevede in apertura i saluti istituzionali della coordinatrice Donne Democratiche di Massafra Debora Notaristefano, dell’assessore alle politiche sociali alle Politiche Sociali, Istruzione, Terzo Settore e Pari Opportunità Maria Rosaria Guglielmi e del sindaco di Massafra Fabrizio Quarto.

Si entrerà nel vivo con le relazioni del consigliere comunale Ida Cardillo, dell’operatore culturale e direttore artistico di “Vicoli cortiVincenzo Madaro, della presidentessa dell’associazione Salam Simona Fernandez, del presidente nazionale del 118 Mario Balzanelli.

La parte artistica dell’evento prevederà il reading teatrale “Lampedusa Beach” interpretato dall’attrice francese Nadia Kibout e la presentazione del libro “Vite ai bordi” della scrittrice Annamaria Zito.

Debora Notaristefano entra nel dettaglio e spiega «Quest’anno abbiamo deciso di portare alla luce un aspetto preciso della violenza perpetuata sulle donne, spesso passato sotto silenzio. È questo il fil rouge che raccorda insieme il reading teatrale Lampedusa Beach, interpretato dalla bravissima attrice francese Nadia Kibout e la presentazione del libro Vite ai bordi, nato dalla collaborazione tra la scrittrice Annamaria Zito e l’associazione o.n.g. Salam, della dottoressa Simona Fernandez. Il cinema e il teatro saranno l’incipit adatto per proiettarci in un dibattito sul tema, con ospiti importanti».

«Invitiamo tutta la popolazione a partecipare, attendendola sabato 24 novembre al Palazzo della Cultura- conclude la coordinatrice Debora Notaristefano – con la speranza che la cronaca sia sempre meno piena di casi improntati sulla violenza di genere».