L’evento “Massafra nel Medioevo nella notte dei masciari” anima il castello

Grande partecipazione di pubblico ha riscosso la quinta edizione di "Massafra nel Medioevo nella notte dei masciari", la manifestazione che fa rivivere l'atmosfera medievale nella notte più magica dell'anno.

0
81
La Notte dei Masciari
La Notte dei Masciari

È giunta alla quinta edizione “Massafra nel Medioevo nella notte dei masciari“, la manifestazione che il 31 ottobre scorso ha animato il castello medievale di Massafra.

L’evento largamente partecipato è stato organizzato dalla cooperativa Nuova Hellas di Massafra in collaborazione con le associazioni La Durlindana, La Finestra e Pro Loco con il patrocinio del Comune di Massafra – Assessorato alla cultura, turismo e spettacolo.

Un tuffo nel passato, e più precisamente nel medioevo, è stato reso possibile dai figuranti dell’associazione La Durlindana che ha allestito il mercato medioevale.
Giullo” giocoleria e fuoco a cura della compagnia Farandula ha catturaro l’attenzione del numeroso pubblico con performance di giocoleria e giochi con il fuoco.
Piazza d’Armi ha incorniciato anche due performance teatrali. Luiginus e Lillinus (Alias Luigi Carone e Angelo Sisto) hanno presentato un esilarante siparietto in vernacolo intitolato “La notte degli zombi msciari pasetizze accussì ve passene tutt li stripetizze“.

Ancora teatro con “Licantropus” a cura del “Teatro della finestra” scritto e diretto da Antonio Pagliara. Tra storia e legenda, lo spettacolo ha raccontato le vicende del dottor Masciarot (Antonio Pagliara) con il suo praticante Licantropus (Viviana Del Giudice). A confrontarsi con il dotto dottor Masciarot, Giuditta la masciara (Giovanna Semeraro) che con le sue pozioni ed alchimie rischia l’inquisizione. Una delle sue clienti è Anna (Anna D’Agostino) che le chiede aiuto per fronteggiare un marito violento ed ubriacone. Arriva poi il frate inquisitore (Antonio Masi) che, convinto dal dottor Masciarot, eviterà il rogo a Giuditta la masciara accusata di essere una strega.
A divertire i più piccini il teatro delle marionette a cura del marionettista Roberto Lanave.

Hanno completato la ricca offerta di attrazioni, affascinanti esibizioni di falconeria con Bergamotti Falconeria.
In una serata così ricca, non poteva mancare lo spazio per la buona tavola. Il pubblico ha potuto gustare le prelibatezze cucinate dalla cuoca Maria Cristina Daraio.
Tra spettacolo, teatro, profumi e sapori, la notte dei masciari si è rivelata un’occasione per valorizzare uno dei luoghi più belli della città e, al tempo stesso, scoprire le legende massafresi legate ad un passato di antica memoria.