Massafra, Parco Naturale Regionale Terra delle Gravine

0
160
Gravina San Marco -Massafra

Il Parco Naturale Regionale Terra delle Gravine è un’area naturale protetta istituita il 20 dicembre 2005 con Legge Regionale n° 18 e modificato poi con L.R. 6/2011. Il territorio del parco si estende nella zona delle Murge, che interessa i comuni della Provincia di Taranto e di Brindisi. I comuni sono i seguenti: Ginosa, Laterza, Castellaneta, Mottola, Massafra, Palagiano, Palagianello, Statte, Crispiano, Martina Franca, Montemesola, Grottaglie e S. Marzano e Villa Castelli.

In totale l’area si estende per circa 25.000 e presenta un territorio calcareo molto esteso, che rientra nella morfologia del territorio delle Murge sud-orientali, caratterizzato da altitudini di modesta elevazione, che raggiungono 400- 550 m di altezza. I fenomeni carsici succedutesi nel tempo hanno dato origine alle gravine, in cui oggi si sviluppa una flora e una fauna tipica.

Nel parco sono presenti il leccio, il corbezzolo, pino d’aleppo, il carrubo, il frassino, l’asparago selvatico e l’acero selvatico. Inoltre, nelle gravine crescono anche caprifoglio, orchidee spontanee, rose selvatiche, ciclamini, biancospino, fico d’india, cotogno e melograno.

Anche la fauna è ricca e variegata: si possono incontrare rapaci di piccole dimensioni come il grillaio, lanario e il gheppio, ma anche il biancone, il nibbio bruno, la poiana, il capovaccaio, il gufo comune e il gufo reale. Tra i volatili comuni sono i rondoni, il corvo imperiale, civette, barbagianni, cinciallegre e assiolo. Durante la notte abbondano i pipistrelli presenti in varie specie come miniotteri, rinolofi e vespertilii.

Anche gli stagni ospitano molte specie di animali, tra cui il rospo smeraldino, il rospo comune, la raganella italiana, l’ululone dal ventre giallo, la rana verde italiana e il tritone italico. Invece, tra i mammiferi si possono incontrare facilmente la volpe, la lepre, il tasso, il riccio, l’istrice, la faina, il cinghiale, la donnola, lo scoiattolo e il moscardino. Nei boschi circostanti si possono incontrare anche gruppi di lupi, ma si trovano anche diversi rettili tra cui la biscia dal collare, il cervone, la vipera, il colubro leopardino, la lucertola campestre, il ramarro, la tarantola muraiola e molto altro.