“Premio Letteratura”: apprezzato l’intervento di Antonietta Benagiano

L'Istituto Italiano di Cultura di Napoli ha invitato a relazionare la scrittrice massafrese

0
116

Un pezzo di cultura massafrese si è distinto nell’ambito della XXXIV edizione del “Premio Letteratura“.

Nei giorni scorsi, la storica sala Gabriele D’Annunzio dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli ha ospitato la cerimonia di premiazione alla quale è intervenuta come relatrice la scrittrice massafrese Antonietta Benagiano, invitata dal presidente dell’Istituto Italiano di Cultura professor Roberto Pasanisi.

Il concorso è articolato in quattordici sezioni di opere edite e inedite per offrire agli scrittori ampia possibilità di partecipazione a seconda delle inclinazioni letterarie di ciascuno.

Nel corso del suo indirizzo di saluto, il professor Roberto Pasanisi, ha sottolineato che l’Istituto Italiano di Cultura trova la linea guida, il suo fondamento etico, civile e sociale nel pensiero della Scuola di Francoforte. L’Istituto Italiano di Cultura di Napoli si apre dunque anche alle problematiche dell’individuo e della collettività.

Ha fatto seguito l’intervento della scrittrice massafrese professoressa Antonietta Benagiano, definita dal Presidente Pasanisi “colonna dell’Istituto“. La letteratura ed il fenomeno inarrestabile dei social sono stati solo due dei punti trattati dalla scrittrice. Nel suo discorrere ha citato “La letteratura circostante“, saggio scritto da Gianluigi Simonetti, per sottolineare la distinzione tra “letteratura alta” con coerenza strutturale e logica, profondità di pensiero e padronanza formale, e “letteratura bassa” con adesione a valori acritici ma empatica come sono i romanzi del cuore o le opere che trattano temi quali violenza, terrorismo, mafia eccetera o ancora i saggi che ha definito “di categoria” scritti da giornalisti e politici.

Momento culminante della serata è stato la consegna delle pergamene ed il dono di libri dell’ICI Edizioni ai vincitori.

Per l’edizione 2019 del premio, la giuria era composta dai redattori di “Nuove Lettere“: Steven Carter, Constantin Frosin, Antonio Illiano, Roberto Pasanisi (presidente di giuria), Mario Susko, Násos Vaghenás.

Al termine della cerimonia, i vincitori di tutte le sezioni hanno dato lettura di uno stralcio della loro opera.
Applausi a scena aperta sono stati tributati a tutti i vincitori del premio.

Una massafrese illustre ha, ancora una volta, dato lustro alla città portandola in contesti di altissima caratura culturale.