Ancora un pareggio per il Città di Massafra

Allo stadio Italia di Massafra contro il San Vito è 1 a 1.

Ancora un pareggio per il Città di Massafra

Si chiude con un pareggio la partita disputata domenica 31 marzo in casa dal Città di Massafra contro il San Vito.

La partita della 27^ giornata del campionato giocata allo stadio Italia di Massafra si è chiusa con l’1 a 1.

Al 15′ del primo tempo arriva il goal segnato da Merico che spiazza il portiere giallorosso Miccoli con un sinistro dal limite. Il Città di Massafra con tante azioni che hanno sfiorato il goal tenta la rimonta senza riuscirci. Al 25′ Valente, portiere del San Vito, salva in angolo su un bel colpo di testa di Celini ed al 27′ para un tiro sferrato da Coronese

L’atmosfera si surriscalda, la partita diventa più fallosa e l’arbitro Santeramo ammonisce. Il primo ad essere ammonito è stato Celini del Massafra seguito da D’Ignazio del San Vito.

Al 34′ Camara perde una preziosa occasione goal non cogliendo il calcio di punizione battuto da Turi. Una manciata di minuti dopo, al 38′, sfuma un altro goal. Coronese, vicinissimo al portiere avversario, colpisce male la palla servita da Turi.

Al 42′ l’arbitro ammonisce Turi, il secondo calciatore del Città di Massafra a ricevere il cartellino giallo.

Il primo tempo si chiude con l’1 a 0 per il San Vito, vantaggio determinato dalle tante occasioni fumate per i giallorossi.

Alla ripresa il Città di Massafra rientra in campo con un giocatore in meno, nel tunnel Miccoli è stato espulso a quanto pare per aver protestato contro l’arbitro. Espulso il portiere, Ricci lo sostituisce ed esce Silvestri.

Al 5′ del secondo tempo, con una bella punizione, Formisano dai 25 metri sfiora il goal. Faticosamente al 7′ arriva il goal del pareggio per i giallorossi. A firmare il pareggio Turi con una punizione dalla lunetta.

Il Città di Massafra tenta in tutti i modi di andare in vantaggio ma il San Vito rallenta il ritmo frenando gli avversari in inferiorità numerica. Si susseguono diverse occasioni goal per i giallorossi che però sfumano.

A margine del secondo tempo, l’arbitro concede un risicato recupero di solo 3′ contestato dai giallorossi per le numerose perdite di tempo causate dagli avversari.

Un Città di Massafra meno incisivo del solito, perde altri 2 punti dopo quelli persi lo scorso 24 marzo per il pareggio con il Polimnia.

Per il Città di Massafra il quarto posto si allontana e con esso la speranza di ripescaggio.