Arriveranno a Massafra 50 mila euro per la scuola “Niccolò Andria”

Lo annuncia in una nota il coordinatore cittadino della Lega Salvini Premier Roberto Giovinazzi.

Arriveranno a Massafra 50 mila euro per la scuola
Plesso "Niccolò Andria"

«Grazie all’impegno della Lega al governo, arriveranno a Massafra 50mila euro per la scuola media “Niccolò Andria“. Questi soldi fanno parte degli stanziamenti previsti dal decreto del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti per la messa in sicurezza e l’adeguamento alla normativa antincendio.»

Esordisce così una nota stampa a firma del coordinatore cittadino della Lega Salvini Premier Roberto Giovinazzi.

«Ancora una volta – commenta Giovinazzi nella nota – la Lega dimostra di saper amministrare il Paese nell’interesse del bene comune. In Puglia – approfondisce – sono ben 152 gli istituti scolastici che beneficeranno, complessivamente, di oltre 7 milioni di euro, che si vanno a sommare ad altri fondi già stanziati sia dal Ministero dell’Interno per la sicurezza degli edifici sia dallo stesso MIUR per la creazione di ambienti didattici innovativi. Il diritto allo studio si tutela anche attraverso la riqualificazione degli spazi e delle strutture scolastiche dove i nostri figli trascorrono gran parte delle loro giornate. Una scuola moderna e sicura influenza la qualità della didattica ed il benessere degli studenti e degli insegnanti. L’attenzione della Lega per l’edilizia scolastica è alta – sottolinea il segretario cittadino – e con questi nuovi investimenti continua a perseguire la politica dei fatti, conseguendo altri risultati concreti.»

Nella nota c’è spazio anche per parlare dei risultati del partito e per qualche critica: «E cresce anche in termini di adesioni la nostra sezione di Massafra, che tra nuovi iscritti e simpatizzanti si pone al centro di un progetto politico di cambiamento reale. Siamo sicuri che anche il popolo massafrese non tarderà a comprende i vantaggi di avere alla guida della città una squadra di amministratori competenti e di politici capaci, che abbia un filo diretto con il governo centrale, pronto ad ascoltare i bisogni della gente e a dare risposte immediate, efficaci e tangibili al territorio.

Finora, chi è al timone della nostra città ha venduto solo fumo ed illusioni. Ma la resa dei conti è vicina, più di quanto si possa immaginare.»