Buona la prima per l’associazione Biologi Ionici

L'associazione Biologi Ionici ha esordito con successo il 9 novembre scorso con la conferenza "Territorio che nutre Olio e Agrumi".

0
89

Incipit di rango per la nuova associazione Biologi Ionici. “Territorio che nutre Olio e Agrumi” è il titolo dell’interessante conferenza organizzata dall’associazione in collaborazione con la CIA, il GAL, la Coldiretti e Terra Madre. L’evento svoltosi lo scorso 9 novembre è stato incorniciato dal palazzo della cultura “Nicola Lazzaro” di Massafra.

Ad aprire la serata il saluto del presidente della nuova associazione Biologi Ionici Michele Ettorre il quale ha presentato il sodalizio e le attività in programma e poi introdotto l’argomento oggetto dell’incontro culturale.
La parola è poi passata agli esperti di agricoltura Fernando De Florio della CIA Taranto e Floriano Convertino vice presidente provinciale della Coldiretti.

Si è entrati nel vivo con la relazione intitolata “L’olio extravergine e gli effetti nutrizionali sul nostro organismo” curata dalle biologhe Mirella Notaristefano e Chiara Pastore.

Mirella Notaristefano ha esordito presentando alcuni dati sulla produzione di olio in Italia per poi passare ai tipi di olive coltivate in Puglia. Nel corso dell’intervento sono state fornite indicazioni sulla classificazione degli oli e sulle loro proprietà organolettiche. Le certificazioni di prodotto, i marchi di qualità (DOP, IGP, STG, Biologico), le cinque DOP di Puglia, i dati che devono essere riportati in etichetta sono i punti trattati dalla biologa.

Le caratteristiche della pianta e del frutto dell’ulivo, l’importanza dell’olio di oliva nell’antichità, composizione e caratteristiche nutrizionali dell’olio di oliva, gli effetti nutrizionali dell’olio d’oliva sul nostro organismo, la conservazione e la degustazione dell’olio, i valori nutrizionali, le truffe più frequenti legate all’olio di oliva, le novità sulla xilella sono i punti trattati da Chiara Pastore.

Con le biologhe Alessandra Fedele e Serena Tinelli si è passati al tema “Gli agrumi… una preziosa miniera tra proprietà nutritive e patrimonio economico del nostro territorio“. Storia degli agrumi, produzione in Europa ed in Italia, posizione dell’Italia sul mercato internazionale, Mandarini e clementine a confronto, le eccellenze del territorio sono i punti salienti della relazione di Alessandra Fedele. Serena Tinelli si è invece soffermata su: valori nutrizionali degli agrumi, fabbisogno giornaliero di vitamina C, la buccia proprietà e pericoli, l’inganno del marketing, come consumare gli agrumi, gli effetti benefici sulla nostra salute.

Interessantissime dunque le informazioni fornite dalle quattro biologhe che, con estrema chiarezza e competenza, hanno edotto il numeroso uditorio sul mondo dell’olio e degli agrumi.

Anna Di Gregorio, cuoca Terra Madre progetto Slow Food, ha fornito con competenza e precisione interessantissimi spunti su come utilizzare l’olio d’oliva e gli agrumi per la preparazione di ottime ricette dolci e salate. Ha inoltre focalizzato l’attenzione sulla filosofia Slow Food ovvero la ricerca della qualità, l’importanza del prodotto artigianale, le eccellenze a kilometro zero.

Territorio che nutre Olio e Agrumi” è stata un’occasione per informarsi sui due prodotti principi delle nostre tavole e diventare consumatori più consapevoli. Buona la prima dunque per l’associazione Biologi Ionici.