“Compost Goal”: per Massafra menzione speciale

Un riconoscimento per il miglioramento della qualità della frazione organica conferita.

Ottime notizie vengono rese note in un comunicato stampa diffuso dall’ufficio stampa del comune di Massafra.

Il Massafra ha meritato una menzione speciale nel progetto “Compost Goal” conclusosi con la cerimonia di premiazione avvenuta mercoledì 22 a Bari nella sede dell’università. All’importante appuntamento hanno partecipato il sindaco Fabrizio Quarto, l’assessore alla qualità dell’ambiente Tonia Di Gregorio ed il consigliere incaricato al miglioramento della raccolta differenziata Savino Lattanzio.

La menzione è arrivata in forza del miglioramento della qualità della frazione organica conferita nell’impianto di compostaggio Progeva.

«Menzione speciale – si legge nella nota – per il Comune di Massafra in occasione di “Compost Goal“, progetto promosso da Progeva in collaborazione con Assobioplastiche e consorzio Italiano Compostatori, al quale Massafra ha aderito in qualità di partner partecipante con altri 33 comuni di Puglia, Basilicata e Campania.

Compost Goal” ha rappresentato una “competizione” tra i comuni delle citate regioni che conferiscono la frazione organica presso l’impianto di compostaggio Progeva con sede a Laterza. L’obiettivo dell’iniziativa è stato quello di promuovere la qualità della frazione organica e l’uso di sacchetti biodegradabili e compostabili nella raccolta dei rifiuti urbani e nei processi industriali di produzione del compost fornendo un servizio di supporto e consulenza gratuita alle Pubbliche Amministrazioni.

A conclusione del progetto sono state stilate le speciali classifiche che riportano i risultati delle performance ambientali dei Comuni, misurate nel corso delle analisi merceologiche e che hanno riportato un netto e diffuso miglioramento della qualità della frazione organica conferita ed un incremento nell’utilizzo di sacchetti biodegradabili e compostabili per la raccolta.

La città di Massafra ha ricevuto la “menzione speciale” per il miglioramento della qualità organica conferita con percentuale media più bassa di impurità presenti nei rifiuti umidi conferiti.»

«Per rimanere nel gergo calcistico – ha commentato soddisfatto il sindaco Fabrizio Quarto – abbiamo risalito la classifica. Dalla zona retrocessione ora siamo a metà, in questo speciale campionato sulla qualità e sulla legalità. Le continue campagne informative, di sensibilizzazione nelle scuole e di controlli costanti sulla corretta raccolta della frazione umida del rifiuto, hanno portato ad una riduzione dal 19,6% al 5,6% della percentuale di MNC, materiale non compostabile. Un risultato – ha concluso Quarto – che rappresenta in primis l’imporsi del senso civico dei cittadini e il frutto di un lavoro di squadra per miglioramento di qualità messo in atto dalla ditta Universal Service, dal Corpo di Polizia Municipale e dall’ufficio Ecologia. Massafra ha intrapreso il giusto ritmo nella corretta gestione dei rifiuti. Il prossimo importante passo – ha annunciato – sarà la TARIP, la tassa rifiuti puntuale che stimolerà tutti i cittadini a migliorare ancora di più per pagare meno, nel rispetto del territorio.»