Dalla Regione 15mila euro per l’unione dei comuni “Terra delle Gravine”

Primo in graduatoria tra le unioni con punteggio massimo, il progetto per la lotta agli incendi boschivi presentato dall'unione dei comuni "Terra delle Gravine" con Massafra capofila ottiene quindicimila euro.

0
44
finanziamento per la lotta agli incendi boschivi a Massafra

Altro importante successo per Massafra nell’intercettazione di risorse pubbliche utili alla comunità.

La Puglia ha messo a disposizione contributi a favore degli enti locali per la lotta agli incendi boschivi. L’avviso pubblico del settore “Gestione e tutela delle risorse forestali e naturali” relativo all’anno 2018, scaduto il 30 settembre scorso, ha attirato l’attenzione delle amministrazioni locali. Sono state presentate ben trentuno domande, di queste ventotto sono giunte da parte dei comuni e tre dalle unioni di comuni.

Le esigue risorse finanziarie a disposizione ammontano a ottantamila euro, di cui trentamila per le unioni di comuni e cinquantamila per i comuni. Quindicimila euro è il limite massimo concedibile alle unioni dei comuni e cinquemila per i singoli. Ventinove istanze sono risultate ammissibili per l’assegnazione dei contributi. Dieci comuni e due unioni di comuni sono risultati assegnatari dei fondi regionali a disposizione.

Maggior punteggio e primo posto in graduatoria per il progetto dell’unione dei comuni “Terra delle Gravine” che vede insieme Massafra come capofila, Crispiano e Statte. L’unione dei comuni “Terra delle Gravine” con 17,83 punti ottiene un contributo di quindicimila euro.

Per la provincia di Taranto sono stati finanziati anche i comuni di Grottaglie, Ginosa e Mottola, ciascuno con cinquemila euro. In graduatoria ammessi ma non finanziabili anche Palagiano e Manduria, che possono sperare in eventuali ulteriori risorse destinate allo scopo.

Un altro finanziamento premia dunque Massafra con risorse utili anche se non ingenti.