È calato il sipario sul carnevale 2019 baciato dal successo

Cresce l'attesa per la proclamazione dei vincitori, domenica lo spoglio delle schede votate dalle due giurie.

0
130

È calato, martedì 5 febbraio, il sipario sull’edizione targata 2019 del carnevale massafrese. La grande affluenza di pubblico, si stima la presenza di centinaia di migliaia di spettatori, ha premiato il ritorno del carnevale al suo splendore.
Una serata davvero piacevole quella condotta da Antonello Giasi e dal notissimo Uccio De Santis.
Un corteo snello, fluido con tempi misurati e ritmo incalzante ha avuto come protagonisti i gruppi mascherati ed i carri allegorici.

Davvero ragguardevole l’apertura della sfilata affidata al gruppo mascherato del “De Ruggieri” che, fuori concorso, ha presentato una coreografia curatissima a cui l’installazione in cartapesta creata dai ragazzi ha fatto da sfondo. Entusiasta anche la dirigente scolastica, professoressa Elisabetta Scalera, che ha condiviso con gli studenti la partecipazione da protagonisti al corso mascherato.

Simpatia dirompente quella delle maschere di carattere e dei tre gruppi mascherati. Tre i gruppi in lizza per il concorso a premi: “I sette peccati capitali” della Proloco di Crispiano, “Il veneziano tanto amiamo e a Massafra lo portiamo” di Nadia Termite e “La clinica Qui si sana” di Luigi Carone.

In ordine inverso rispetto alla prima sfilata di sabato 2 marzo, hanno sfilato i coloratissimi carri allegorici, mastodontiche opere in cartapesta di grande qualità.

Dietro la maschera” di Adriano Ancona, “€’ tutto una roulette” di Luigi Zaccaria Associazione Culturale “L.A.S.”, “Back in the ’80s Carnival” di Giovanni Mastroleo Associazione Tekno Art, “Ad Extremum Terrae” di Martino Digiorgio Associazione Crazy Events, “Il silenzio degli Innocenti” di Antonio Lapenna Associazione Magic Club, “A… Social Trash” di Francesco Luccarelli Associazione “Secondi a Nessuno”, “S.O.S. Ecosistema” di Salvatore Giannotta Associazione Pressis Charta questi sono stati i sette protagonisti del riuscitissimo corso mascherato diretto da Achille Aloisio e Santino Ghionna con il suo staff.

Ai manufatti dei maestri cartapestai è andato il sentito plauso del pubblico. Apprezzato anche l’abbinamento di alcuni carri ad artisti locali, ospiti graditissimi dei carri sono stati infatti Giuseppe D’amati, l’Orchestra Mancina ed i Nitrophoska che hanno abbinato un loro brano ad altrettanti carri quale sigla ufficiale. Curatissime tutte le coreografie presentate in accompagnamento ai giganti di cartapesta ed i costumi.

Gruppi mascherati e carri allegorici sono stati valutati da una giuria diversa rispetto a quella del primo corso mascherato. A presiederla l’artista-cartapestaio Angelo Kroll coadiuvato dal comandante della Polizia Locale di Palagiano dottoressa Diletta Santopietro, la professorssa Mirella Mazzarone, il dottor Vincenzo Madaro e la professorssa Lucilla Andreace. Tutti e cinque hanno formato il loro giudizio passeggiando in incognito lungo il corteo.

Imponente la macchina della sicurezza messa in campo in occasione dei corsi mascherati che ha coinvolto Polizia Locale, Carabinieri, Croce Rossa, Protezione Civile, sanitari del 118, uomini della security per un totale di 160 persone.
Positivo il bilancio delle attività di controllo messe in campo dalla Polizia Locale di Massafra che ha sanzionato 55 veicoli per sosta irregolare, sequestrato 275 “bombolette schiuma” ad ambulanti abusivi nonché controllato 12 esercizi pubblici di somministrazioni bevande per verificare il rispetto delle prescrizioni imposte dall’ordinanza sindacale.
Dalla Polizia Locale fanno sapere che sono stati identificati 10 individui che mostravano atteggiamenti sospetti, denunciata una persona all’autorità giudiziaria competente.

La 66^edizione del Carnevale Massafrese sarà ricordata per il ritorno della sfilata su corso Roma ma soprattutto per il clima di sana collaborazione e voglia di dare il massimo che si è respirato tra i maestri cartapestai che, ancora una volta, hanno lavorato in ambienti non particolarmente adatti con la voglia di rendere grande il carnevale a beneficio della città. Quella appena archiviata è anche l’edizione delle scommesse vinte: spostare la sfilata della domenica al sabato, scindere la sfilata dei gruppi allegorici dai corsi mascherati principali, puntare sulla cartapesta.

Cresce l’attesa di conoscere i vincitori dell’edizione targata 2019 nelle varie sezioni del concorso a premi.
Per domenica 10 marzo alle 10 al Centro Polivalente Anziani di via Livatino, è previsto l’appuntamento con l’apertura dei plichi contenenti le schede votate dalle due giurie per proclamare i vincitori.