Giornata Mondiale della Polio
Giornata Mondiale della Polio

Per celebrare la giornata mondiale della poliomelite, il Rotary Club Massafra ha messo in campo un’iniziativa di promozione e sensibilizzazione sull’eradicazione della poliomelite. Il club service ha aderito alla campagna internazionale portata avanti ormai da trent’anni su scala globale. Il 24 ottobre scorso dalle 18 alle 21, sulla facciata del Villino Margherita è stato proiettato un video esplicativo delle varie attività del Rotary Club. Particolare attenzione è stata posta sulla campagna di vaccinazione di massa dei bambini il cui obiettivo è l’eradicazione della polio a livello globale.

La poliomielite (polio) è una malattia paralizzante e potenzialmente mortale che minaccia ancora i bambini di alcune parti del mondo. Il poliovirus invade il sistema nervoso e può causare paralisi in poche ore. Può colpire a qualsiasi età, ma attacca maggiormente i bambini di età inferiore ai cinque anni. La polio è incurabile, ma completamente prevenibile con il vaccino.

Tante sono state le iniziative messe in campo negli anni a sostegno dell’eradicazione della polio fino al risultato attuale, eccezionale ma non definitivo. Oggi, sono solo tre le nazioni dove non è mai stata interrotta la trasmissione del poliovirus selvaggio: Afghanistan, Pakistan e Nigeria. Nel 2015 sono stati registrati meno di 75 casi di polio in tutto il mondo, che rappresentano una riduzione di oltre il 99,9 per cento sin dagli anni ’80, quando si contavano circa 1.000 casi al giorno.

I casi di polio rappresentati da quel piccolo ma significativo un per cento sono i più difficili da prevenire. Isolamento geografico, infrastrutture pubbliche scadenti, conflitti armati e barriere culturali sono gli scogli da superare per raggiungere l’eradicazione. Fino a quando la polio non sarà debellata, tutto il mondo resta sottoposto al rischio di nuove insorgenze della malattia.

Di rilievo è la collaborazione del Rotary con partner come l’UNICEF per preparare e trasmettere comunicazioni volte ad informare le persone isolate a causa dei conflitti, per ragioni geografiche o a causa della povertà.
Con l’evento promosso dal Rotary Club Massafra si sono accesi dunque i riflettori in città su una questione di rilievo mondiale e sulle attività del club service.

Il presidente Vito Semeraro ed i soci presenti hanno soddisfatto le curiosità dei passanti che si sono soffermati. Suggestivo il colpo d’occhio offerto dallo scorrere delle immagini sulla facciata di uno dei palazzi storici più belli della città.