Momento commemorativo con la festa dell’Unità Nazionale

Oggi si è celebrata la giornata delle Forze Armate a Massafra.

0
60

Alla cerimonia di celebrazione di questa ricorrenza così sentita, è intervenuto il Sindaco Fabrizio Quarto che ha preso la parola sottolineando l’importanza di rafforzare la convinzione di Unità d’Italia unica ed indivisibile, specialmente in un momento storico in cui l’attività principale è quella di dividere e di mettere uno contro l’altro.

In questa giornata organizzata dalla civica amministrazione, il corte cittadino prima si è formato in Piazza Garibaldi presso la casa comunale e dopo aver attraversato Corso Italia, è giunto in Piazza Vittorio Emanuele.

E’ stata deposta la corona di alloro al “Monumento ai Caduti”.

Vi è stato un momento di riflessione per tutti, sull’operato di quanti si sono sacrificati per lo spirito patriottico. Era presente una rappresentanza del 16° Stormo dell’Aeronautica di Martina Franca con in testa il T. Col. Fabio Vella, il comandante la Compagnia Carabinieri di Massafra, Nicola Saverio Leone e il comandante della Stazione Carabinieri Antonio Petrocca.

Don Michele Bianco, prima della deposizione della corona di alloro al monumento, ha rivolto un pensiero, citando Alessandro Manzoni in un passo riguardante il dolore per la separazione dalla vita terrena.

Alla giornata dedicata alle vittime della guerra erano presenti anche l’Associazione Carabinieri, la Sezione Combattenti e Reduci, la Sezione Invalidi e Mutilati di Guerra, l’A.N.P.I., l’ANMIL, un gruppo di Bersaglieri in congedo e dell’Istituto nazionale per la guardia d’onore alle reali tombe del Pantheon, volontari della Croce Rossa Italiana e del M.A.S.C.I., nutrite rappresentanze delle locali Associazioni di Protezione Civile (Massafra S.O.S. – S.E.R.) e autorità civili.

Il Sindaco, nel ricordo di quanti hanno perso la vita nella grande guerra e delle famiglie rimaste orfane, ha rivolto un sentito pensiero di gratitudine alle Forze Armate che ogni giorno sono in prima linea al servizio dei cittadini.

Le Forze armate e le associazioni di volontariato sono ogni giorno pronte ad intervenire nelle situazioni più pericolose come le alluvioni che in questo periodo stanno colpendo il  nostro territorio.