“Share the memory”: la memoria condivisa crea un itinerario turistico

Presentato lo scorso 27 ottobre l'itinerario emozionale "Share the memory" realizzato dall'associazione "Salento Slow Travel" nell'ambito del progetto "Gravina in action" con il patrocinio del Comune di Massafra in collaborazione con il De Ruggieri.

0
74

Presentato lo scorso 27 ottobre l’itinerario emozionale “Share the memory“. Nel corso della conferenza, incorniciata dal palazzo della cultura “Nicola Lazzaro” di Massafra, l’iniziativa è stata presentata da Giovanna Spinelli presidente dell’associazione “Salento Slow Travel“, Rita Piccinni membro dello staff “Gravina In Action” ed ideatrice di “Share the memory“, dagli alunni del De Ruggieri di Massafra e da Michele Bramante, consigliere comunale delegato al progetto Gravina In Action.

Quello presentato al pubblico è un itinerario emozionale che racconta il patrimonio culturale immateriale legato alla Gravina Madonna della Scala ed alla città di Massafra, attraverso le testimonianze dei massafresi. I ragazzi, coordinati dalla professoressa Mirella Mazzarone, si sono occupati di raccogliere testimonianze intervistando persone anziane ed esperti di storia locale per scoprire le storie, le leggende, le tradizioni, gli aneddoti e modi di vivere del passato. Tutto il materiale digitale raccolto è servito a costruire l’itinerario emozionale “Share the memory”.

L’idea alla base del progetto è condividere con il turista, ma anche con i giovani, ricordi e racconti che possano far conoscere Massafra in maniera innovativa ed inedita. Questo crea un interessantissimo ponte tra generazioni che hanno occasione di confrontarsi, conoscersi, scoprirsi, apprezzarsi.

Tutte le memorie sono state raccolte all’interno di una mappa interattiva dedicata fruibile liberamente on line, ma anche dal vivo seguendo il percorso a piedi. All’interno della mappa sono segnalati dei veri e propri punti fisici di ascolto geo referenziati che indicano la posizione dei pannelli dedicati all’itinerario. Tutti i pannelli presenti in città sono dotati di un QR code che, scansionato con uno smartphone, da accesso alle testimonianze dei cittadini di Massafra che hanno voluto donare i loro ricordi, le suggestioni legate al passato e gli aneddoti di gioventù.

L’archivio digitale costruito costituisce un patrimonio culturale dal valore inestimabile reso fruibile a tutti.
“Share the memory” è un’iniziativa rientrante nel progetto “Gravina in action“. Si tratta di un progetto di “Salento Slow Travel” cofinanziato nell’ambito del Piano di Azione Coesione “Giovani no profit” dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’obiettivo principale del progetto è sperimentare una strategia di fruizione turistica ecosostenibile e responsabile della Gravina Madonna della Scala di Massafra.

Share the memory” non termina con l’affissione dei pannelli in città e la presentazione dell’itinerario. Come fosse un cantiere sempre aperto, è pronto ad arricchirsi ed aggiornarso continuamente con una testimonianza o un ricordo di chiunque voglia condividere la propria memoria. A tal proposito, è possibile contattare l’associazione “Salento Slow Travel” attraverso il sito web ufficiale.

Interessantissimo ed innovativo dunque il percorso emozionale “Share the memory” che consente di scoprire i luoghi attraverso la memoria di chi li ha vissuti e riduce le distanze tra le generazioni.