Inaugurato stamani 29 luglio l’Ospedale di prossimità a Massafra, il consigliere regionale Michele Mazzarano interviene con una nota.

Nel comunicato stampa Mazzarano commenta il taglio del nastro fornendo dettagli sulla struttura e sul suo funzionamento. Non manca nella nota la risposta alle polemiche.

«Abbiamo lavorato in questi anni – si legge nel comunicato stampa – conseguendo risultati importanti per la medicina del territorio.

Oggi l’ultimo esempio è l’inaugurazione a Massafra del nuovo Ospedale di Comunità e dei nuovi locali realizzati con 1,5 milioni di euro di fondi FESR che permetteranno alla cittadinanza di avere un Presidio Territoriale per assistenza primaria e intermedia e garantire l’implementazione di servizi sanitari di qualità con gli ambulatori specialistici.

Questo è un modello di medicina di prossimità che rappresenta un punto di eccellenza per il territorio con circa 300 ore di specialistica ambulatoriale sulle 700 totali dell’intera Asl di Taranto e 1500 accessi a PPI (Punto di Primo Intervento), con una media di 30 accessi al giorno.

Però so anche che ci sono cittadini che non ci credono ancora e contestano la scelta di non avere più il vecchi ospedale. A questi cittadini rivolgo l’invito a visitare la struttura e capire cosa è diventato il Presidio Territoriale Pagliari.

A chi invece polemizza pretestuosamente sotto le insegne della Lega dopo aver fatto per anni il galoppino di Tamburrano chiedo di avere più rispetto per l’intelligenza dei cittadini.

Dobbiamo continuare a lavorare sulla qualità dei servizi e sulla continuità assistenziale, garantire una diagnostica con mezzo di contrasto, l’implementazione della specialistica e l’ammodernamento tecnologico per la chirurgia day service.

È giusto continuare a rispondere alle polemiche inutili con i fatti e il lavoro quotidiano di stimolo e controllo, nell’interesse dei cittadini».